Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
7 Giugno 2014 Pubblicato da Marco Manferdini

Investire in oro e argento è etico?

 - Tags:  #investimenti, #formazione, #educazione finanziaria

 

 

L’uomo scava miniere per estrarre oro e argento dalle viscere della terra.

Lo pulisce, lo fonde in mattoncini che chiama lingotti e poi cosa fa?

Lo rimette sotto terra in caveau blindati e lo lascia li…

Tutta questa fatica per poi rimetterlo da dove era venuto?

Se la vediamo da questo punto di vista viene spontaneo chiederci: ma siamo veramente sani di mente?


 

Se invece facciamo tutto questo lavoro per poi farne degli oggetti luccicanti da metterci al collo, la cosa già prende una direzione diversa.

Una direzione ancora diversa quando tutti insieme decidiamo che questi metalli sono “preziosi”, e quindi attribuiamo loro un valore universalmente riconosciuto.

A questo punto l’oro e l’argento diventano merce di scambio.

Una merce su cui poter investire.

Un investimento mirato con sostanzialmente due obiettivi:

  • il primo di trasformare la carta moneta in qualcosa di meno deperibile e svalutabile, quindi un obbiettivo di conservazione del potere di acquisto.

Fino a quando tutti lo considereremo raro, bello e prezioso, quindi desiderabile, la legge della domanda e dell’offerta sarà a favore di chi lo detiene.

  • Il secondo è un obiettivo speculativo: spero che la domanda di beni rifugio aumenti e che io veda accresciuto il potere di acquisto a parità di metallo posseduto...

Francamente non ci vedo dell’immoralità in questo comportamento.

Da quando l’uomo da cacciatore diventò raccoglitore poi coltivatore ed allevatore ha cominciato a “mettere da parte” per proteggersi da eventuali carestie e calamità.

Solo se lo dovesse fare a danno di qualcuno, si potrebbe parlare di comportamento non etico, immorale.

Nei fatti non esiste nessuna forma di investimento che possa essere ritenuto etico al 100%, infatti nemmeno i  più noti economisti mondiali sono mai riusciti a dare una vera e propria definizione di finanza etica anche se adesso si tende ad aggiungere il termine “etico” a tutti quei progetti che tendono ad incrementare lo sviluppo sostenibile.

Jacopo Schettini Gherardini, noto economista italiano afferma che “Quando nel mondo del credito si parla di “finanza etica”, generalmente si assiste all’esposizione del seguente concetto: se il denaro è utilizzato per finanziare attività “sociali”, il suo uso è “etico”.

Ovviamente si presume che in caso contrario non lo sia, o lo sia meno.

Ma lasciamo stare per un momento il “denaro” e concentriamoci sull’oro e sull’argento.

Torniamo alla domanda iniziale: investire in oro e argento è etico?

Secondo me è la domanda che non è posta correttamente.

L’azione di investire (mettere da parte) in oro e argento è etica, cioè morale? Direi di sì, mettere da parte è nel nostro DNA.

Ma l’oro è di per se, è etico?

Sulla definizione di oro etico si parla tanto e spesso, intanto come metallo prezioso etico si intende l'oro o altro metallo prezioso, che viene estratto senza ledere né ambiente né popolazione locale.

Secondo i più l'oro etico è una ottima soluzione tanto che molti lo indicano anche come green, ma sopratutto libero perché per l'estrazione non verrebbero utilizzati lavoratori al nero o minori, simile discorso si può fare per l'argento e per altri metalli e pietre preziose.

Sull'oro esiste addirittura una organizzazione internazionale che ne certifica l'eticità si tratta del Fairtrade International, organizzazione internazionale, senza scopo di lucro, che si occupa della certificazione dei prodotti provenienti dal commercio equo e solidale.

Anche l'argento può essere etico sempre se vengono rispettati i valori sopraindicati.

Mentre qualcuno tende a pensare che i metalli siano etici se vengono dal riciclo o meglio dalla fusione di oro o argento.

Bene, ammesso che si appuri la sua eticità, è conveniente investire in oro e argento?

Sicuramente è riconosciuto universalmente, da che mondo è mondo, l'oro è l'oro.

Quindi, a meno di trovarsi in una guerra termo nucleare globale dove l’unico valore riconoscibile potrebbe essere la vita stessa, difficilmente perderà mai di valore,.

Attenzione non confondiamo il valore con il suo corrispettivo in denaro che a volte (e adesso è uno di questi) sembra essere basso.

Ultimamente l’oro e l’argento sono scesi di prezzo.

Attenzione! Il raffronto oro-dollaro, oro-euro è solo un tipo di raffronto, ma non il solo.

Possiamo fare anche il calcolo oro-casa ad esempio: quanto oro mi serve oggi per comprare una casa e quanto me ne serviva ieri?

Forse oggi me ne serve un po’ meno di ieri?

Allora il “valore” è cresciuto o diminuito?

Non dobbiamo meravigliarci se il controvalore in valuta dell’oro e dell’argento oggi sia diventato oggetto di speculazione di grandi “player” internazionali che forse lo tengono volutamente basso per dirottare gli investitori su altri “prodotti”.

Sicuramente ogni volta che raffrontiamo qualcosa ai soldi cioè alla valuta non ci rendiamo conto che stiamo facendo una sola valutazione e assai molto di parte.

Nella mia Area VIP presto ci sarà un video su come e dove investire in oro e argento.

Oro fisico? E dove lo metto? Oro virtuale? E se poi mi sparisce? Etc. etc. Vi darò diversi consigli pratici su come poter fare.

Non perderti il prossimo interessante video sull’argomento nella Area VIP.

Ricordate quello che dico sempre: cambiate punto di vista ed osservate il tutto da un'altra angolazione, poi decidete quale sia la vista che più vi piace, consapevoli di aver preso una decisione personale adatta al vostro stile, al vostro pensiero, al vostro cuore e allora non ve ne pentirete mai.

Knowledge-Action-Freedom  

Oro

Oro

Commenta il post

Archivi

Sul blog

Investimenti, immobili, strategie di rendita per la tua libertà finanziaria e spunti per la tua educazione finanziaria: la conoscenza è il tuo caveau!