Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
28 Giugno 2013 Pubblicato da Marco Manferdini

Cosa è successo veramente a Cipro? (Ancora sul tema: non tenete i soldi in banca!)

 - Tags:  #bail-in, #Cipro, #Jim Sinclair, #Kim Kiyosaki, #Situazione Finanziaria

Cosa è successo veramente a Cipro? (Ancora sul tema: non tenete i soldi in banca!)

“Se avessi il sospetto che il tuo denaro non è al sicuro sul tuo conto in banca, cosa faresti tu, e milioni di persone come te?”

Se lo chiede Kim Kiyosaki in un articolo di circa un mese fa che conferma quanto ho detto più volte su questo blog. Il caso di Cipro è stato un campanello d'allarme che avrebbe dovuto scuotere le classiche certezze sulla solidità del conto in banca. Invece, anche se in fin dei conti sappiamo che non è vero, tutto sembra continuare come prima. Perché?

Ciò che è accaduto a Cipro, dice Kim Kiyosaki, è stato edulcorato dai media mainstream, che hanno eufemizzato un vero e proprio furto di 4,2 miliardi di dollari nei confronti dei depositanti. Nell'articolo Kim Kiyosaki cita un'intervista al trader in oro e analista Jim Sinclair, secondo cui i media avrebbero nascosto che a Cipro sarebbe stata prelevata quasi la totalità dei conti al di sopra dei 100.000 euro.

Un vero e proprio “bail-in”, ma anche questo termine non è stato presentato nei termini corretti. Il bail-in, infatti, non è come è stato detto “la necessità per le banche di detenere riserve aggiuntive (cioè il denaro nel vostro controllo e conti di risparmio) da loro guadagni in modo da essere in grado di avere i fondi per affrontare le emergenze”.

Il bail-in, in realtà, si verifica quando i correntisti – e non lo Stato, come nel “bail-out”- sono costretti a pagare per mantenere a galla il sistema bancario.

Ma anche questo concetto è stato eufemizzato, perché quando il ministro delle Finanze olandese ha dichiarato che il bail-in sarebbe stato la strada per il futuro salvataggio delle banche europee, i mercati azionari statunitensi sono crollati. Il ministro olandese è stato in seguito costretto a ritrattare le proprie dichiarazioni, per evitare il panico.

Ma, sempre secondo Sinclair, i depositanti dovranno in futuro sempre di più accollarsi –forzosamente – il compito di tenere a galla il sistema bancario. In fondo, è la soluzione più semplice: i nostri soldi sono già lì (ammesso che ci siano), non c'è bisogno nemmeno di prelevarli.

Scenario apocalittico da Day after? Troppo pessimistico?

Può darsi, ma un suggerimento che ho dato e continuerò a dare e: non tenete i soldi sul conto corrente!

Se è la liquidità che vi angoscia o meglio, la mancanza di liquidità, seguitemi, presto darò vita ad una serie di articoli proprio su questo tema.

In collaborazione con un grande esperto del settore, scriveremo una serie di articoli sugli aspetti da tenere in considerazione quando si parla di "mettere al sicuro" i propri risparmi.

Oro?

Diamanti?

Immobili?

Banconote?

Valori mobiliari?

Aziende?

Brevetti?

Dov'è meglio orientarsi?

A presto amici!

Commenta il post

Archivi

Sul blog

Investimenti, immobili, strategie di rendita per la tua libertà finanziaria e spunti per la tua educazione finanziaria: la conoscenza è il tuo caveau!