Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
15 Ottobre 2012 Pubblicato da Marco Manferdini

È giusto dare la paghetta ai nostri figli?

 - Tags:  #risparmiare

Più volte mi è stata posta una domanda che riguarda l'educazione dei nostri figli: è giusto dare loro la paghetta? È un modo per dare loro indipendenza economica?

A mio parere le domande sono malposte. Non è giusto o meno dare ai nostri figli dei soldi. È corretto dare loro un'educazione su come gestire il denaro. Ad esempio, a non spenderlo tutto inconsapevolmente, ma a dividerlo in parti: una parte per i giochi e i divertimenti, una per fare acquisti utili, una per il risparmio a lungo termine e anche una per aiutare gli altri.

Ho scritto più volte – per gli adulti - riguardo alla necessità di saper gestire i propri soldi: ritengo che se fossimo stati tutti educati fin da bambini a una corretta gestione del risparmio, non avremmo accumulato pessime abitudini come indebitarci per comprare l'iPhone 5, invece di seguire la sana abitudine di acquistare un bene solo quando abbiamo i soldi per pagarcelo per intero.

Ma non voglio necessariamente fare una critica ai sistemi educativi dei nostri genitori: bisogna ammettere che il mondo è cambiato in fretta, e che gli stimoli all'indebitamento sono cresciuti con progressione geometrica, in funzione anche di tutti i soggetti interessati (banche, finanziarie ecc.) che ci lucrano a volte in maniera non molto onesta.

Detto questo, e tornando al tema dei nostri figli, voglio dire anche che ritengo giusto abituarli a svolgere attività che generino reddito, come ad esempio lavare la macchina il sabato. Ma è giusto anche facciano altre attività, invece, che non siano remunerate. In queste rientrano tutto ciò che fanno per la comunità (in questo caso la famiglia).

Per esempio, trovo diseducativo dare una mancia ai figli per sparecchiare la tavola, perché il risultato di ciò che fanno è già, direttamente o indirettamente, a beneficio di tutti. È bene quindi che si abituino a farlo senza pensare a un corrispettivo personale che possono avere indietro. È come per un adulto dare qualcosa alla comunità quando si pagano le tasse o si fa beneficenza.

Insomma, l'argomento, credo, è di importanza fondamentale sia per prevenire futuri problemi finanziari ai nostri figli, sia per educarli a un corretto ed equilibrato atteggiamento nei confronti del denaro. E tu, cosa ne pensi?

Commenta il post

Francesco d'Angella 10/16/2012 19:56

Certo Marco, vorrei sapere tutto il possibile per rendere i miei figli intelligenti dal punto di vista finanziario!!!
Io voglio essere la loro guida ma mi sono accorto già adesso che sono piccolissime che non è facile fare il papa'.......

Marco 10/15/2012 21:17

Grazie Francesco del tuo commento che mi permette di spiegare meglio il concetto.
Quando dici a tuo figlio: se lavi la macchina ti do' un euro, gli stai proprio facendo capire il rapporto tra tempo lavorato e denaro, con i limiti proprio di questo rapporto.
L'insegnamento sulla "gestione" di quanto guadagnato gli darà la visione della libertà finanziaria.
Per essere libero devi passare per tutte le fasi dell'evoluzione finanziaria, non si possono saltare i processi.
Ecco le azioni concrete:
Insegna ai tuoi figli a redigere un budget delle loro necessità, raggruppa queste necessità nelle categorie principali:
- divertimento
- istruzione
- sopravvivenza
- carità
- investimento
e controlla che in ogni categoria ci sia un valore.
ne vuoi sapere di piu?....

Grazie Francesco

Francesco d'Angella 10/15/2012 12:56

Sono d'accordo sull'educare i propri figli alla suddivisione del denaro ed a gestirlo in modo appropriato, però non vorrei commettere l'errore di educare i miei figli a lavorare per i soldi (se lavi la macchina ti do 1 euro ad esempio).
Come potrei impostare l'educazione dei miei figli in modo da avere i risultati che ha ottenuto il padre ricco?
Ovviamente vorrei sapere le azioni concrete da svolgere (qualcuna...).
Grazie anticipatamente
Francesco

Archivi

Sul blog

Investimenti, immobili, strategie di rendita per la tua libertà finanziaria e spunti per la tua educazione finanziaria: la conoscenza è il tuo caveau!