Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
20 Maggio 2013 Pubblicato da Marco Manferdini

Google e Facebook: gratis è bene o male?

 - Tags:  #Facebook, #Google, #guadagnare online, #guadagnare onlne

Google e Facebook: gratis è bene o male?

Google e Facebook offrono grandi possibilità per fare affari sul web. Chi vuole guadagnare visibilità non può che utilizzare questi canali, attraverso i quali passa ormai gran parte del traffico e della pubblicità. Ultimamente però un paio di episodi mi hanno fatto riflettere anche sull'altro lato della medaglia.

Caso numero uno: scopro di aver ricevuto una penalizzazione da Facebook che mi impone dei limiti nell'uso del servizio, senza che mi sia stato comunicato il motivo. Mi rivolgo al centro di assistenza, e mi viene risposto che sul mio account, in effetti, è stata rilevata la possibilità (fate bene attenzione a questa parola) che io abbia violato i termini di utilizzo. La decisione di limitare il mio account, mi dicono, è insindacabile.

Caso numero due: la visione di un mio video su YouTube viene limitata a un pubblico di soli adulti, malgrado non contenga alcuna oscenità (ci mancherebbe altro!). Dal centro di assistenza, apprendo che il provvedimento è stato preso dopo una segnalazione della comunità, cioè di uno o più utenti che molto probabilmente non gradivano i contenuti. La possibilità di rivedere questa posizione non è prevista.

Ora, episodi come questi sono capitati a molti, a volte con esiti più gravi. C'è chi ha basato il suo business sugli annunci di Adwords, ed è stato tagliato fuori da Google per non precisate motivazioni (è quello che è successo, ad esempio, a Robin Good). Tutto questo ci deve indurre a qualche riflessione.

Google, Facebook e tutti i 'giganti' del web di oggi sono strumenti straordinari e indispensabili, però spesso ci dimentichiamo di un particolare fondamentale: che siamo a casa loro, godiamo di un usufrutto gratuito e dobbiamo sottostare alle loro regole, che spesso non sono chiare, rispondono a legislazioni a noi estranee (nel caso specifico, a quella statunitense e californiana) e possono anche cambiare retroattivamente.

Troppo spesso accettiamo i termini di servizio senza leggerli, ignorando ad esempio che Google si riserva di sospendere o cessare il servizio in qualsiasi momento: un fattore da tener presente prima di affidare la gestione delle nostre email a questo servizio, peraltro molto comodo, senza fare alcun backup.

Spesso, inoltre, basta la segnalazione di un utente per far scattare una penalizzazione. Non importa che sia fondata o meno: per chi deve gestire milioni di account, è più conveniente bloccare o limitare l'uso di un utente per un semplice sospetto (cosa peraltro permessa dai termini di servizio), piuttosto che andare incontro a guai legali per non averlo fatto.

Cari amici valutate con attenzione quello che vi viene proposto come Free, spesso non si hanno le dovute garanzie sulla continuità del servizio e sull'assistenza in caso di difficoltà. Una risposta del tipo "non hai pagato nulla quindi cosa pretendi?" a me non piace affatto. A volte pagare qualcosa è preferibile al modello del FREE business, almeno per avere delle garanzie. Ricordate la frase che ripeto sempre? Non esistono pasti gratis!

Commenta il post

Michel 02/19/2014 15:41

Grande sito . Grazie per le informazioni .

marco 02/19/2014 17:12

Ciao Roberto,
Facebook non mi permette di usufruire di servizi a pagamento, anche se sono io a pagare.
Non so esattamente cosa sia successo, Facebook mi dice soltanto che "qualcuno" ha tentato di sabotare il mio account, ma io non ne so nulla e non mi sono accorto di nulla. Pur chiedendo loro spiegazioni, mi hanno zittito dicendo che loro decidono e non sono tenuti a dare nessuna spiegazione. ?!?@#!!
Il video di cui parlo lo hanno giudicato non adatto ai minori: parlavo di economia e non di altro.
Al mio tentativo di chiedere loro spiegazioni del perché un video di finanza ed economia fosse stato giudicato pornografico, ho ottenuto la stessa risposta di cui sopra.

Amici, la globalizzazione dovrebbe essere sinonimo di libertà e giustizia ma a volte sono i meri interessi di grandi corporation che la fanno da padrone: occhio!

Roberto 05/23/2013 23:06

Ciao Marco, che tipo di penalizzazioni hai avuto nello specifico con facebook e di cosa trattava il video che ti anno censurato?

Grazie per il post

Archivi

Sul blog

Investimenti, immobili, strategie di rendita per la tua libertà finanziaria e spunti per la tua educazione finanziaria: la conoscenza è il tuo caveau!