Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
3 Maggio 2013 Pubblicato da Marco Manferdini

Oro, case o Bitcoin? Il parere di Mike Maloney (e il mio)

 - Tags:  #bitcoin, #immobili, #Mike Maloney, #oro, #Situazione Finanziaria

Oro, case o Bitcoin? Il parere di Mike Maloney (e il mio)

Un video di Mike Maloney (in fondo a questo articolo) offre un punto di vista non ordinario sul tema della valuta, dell'oro e della possibile alternativa virtuale di Bitcoin.

Come abbiamo visto nelle scorse settimane, il prelievo forzoso dai conti correnti di Cipro ha generato una corsa sfrenata all'acquisto di Bitcoin, corsa che come sappiamo è finita molto presto in una bolla scoppiata ad uso e consumo degli speculatori mordi e fuggi.

Mike Maloney, interrogato su Bitcoin si è dichiarato non pregiudizialmente contrario alla valuta elettronica: tutto ciò che deriva dal libero mercato è benvenuto, dice Maloney, “e se Bitcoin dimostrerà di essere un sistema onesto, potrebbe diventare la valuta mondiale”.

Tuttavia, ci sono alcuni aspetti ancora poco chiari in Bitcoin. Ad esempio, secondo il parere di esperti, è vero che il numero di Bitcoin che saranno emessi è rigidamente limitato a 21 milioni di unità, suddivisibili fino a 8 decimali. Tuttavia, il codice potrebbe essere modificato per generare frazioni sempre più piccole per soddisfare le esigenze del mercato monetario globale. Anche l'anonimato delle operazioni, altro punto forte della moneta, non è al riparo da un eventuale cartello che potrebbe implementare del nuovo codice alle transazioni di compensazione, rendendo tracciabili tutti i movimenti.

Insomma, secondo Maloney la moneta virtuale potrebbe riproporre gli stessi problemi delle valute tradizionali a un livello globale. Al momento, potrebbe essere un altro modo per sottrarci denaro e soprattutto potere di acquisto.

Occorre quindi saper valutare nel lungo periodo le perdite e i guadagni, una prospettiva che i media tendono a farci perdere attirando la nostra attenzione sulle fluttuazioni passeggere piuttosto che sull'andamento complessivo negli anni.

Il mondo economico e le sue sirene, per la maggior parte dei risparmiatori, è molto simile all'acqua per la rana: se getti una rana nell'acqua bollente, questa salterà immediatamente fuori; se invece la metti nell'acqua fredda, riscaldandola lentamente, la rana si abituerà alla temperatura fino a cuocersi senza reagire.

Allo stesso modo, se ci somministrano certe cose poco alla volta, non ci accorgeremo di essere bolliti lentamente. Con la moneta virtuale,stando così le cose, potremmo trovarci improvvisamente con un pugno di mosche, a meno che non vogliamo mettere in atto azioni fortemente speculative come ho illustrato in un post precedente.

Certo, Maloney parla pro domo sua, ma come possiamo dargli torto quando afferma che l'oro è da sempre e sarà sempre considerato come un metallo di valore: anche se può subire delle fluttuazioni temporanee, sarà sempre ambito? Anche gli immobili, aggiungo io, saranno sempre dei beni desiderati.

La casa non è solo "House" ma è soprattutto "Home". La differenza? Come per "i Croods"  la caverna era il loro rifugio, anche per noi la casa è e sarà sempre la nostra tana. I prezzi possono salire, a volte scendere (vedi Italia di oggi), ma la casa è la cosa più ambìta da tutti.

Possiamo dire che la moneta virtuale sarà l'oggetto del desiderio di domani? Il video dell'intervento di Maloney:

Commenta il post

Archivi

Sul blog

Investimenti, immobili, strategie di rendita per la tua libertà finanziaria e spunti per la tua educazione finanziaria: la conoscenza è il tuo caveau!